Contrattazione di secondo livello: cos’è e ultime notizie

Sempre più spesso ormai si sente parlare sia in televisione ma anche sul web di contrattazione di secondo livello, ma in realtà non sono tutti a sapere a cosa ci si riferisce con l’utilizzo di tale termine. Nello specifico è possibile affermare che, quando si parla di contrattazione di secondo livello, definita anche contrattazione integrativa oppure ancora decentrata, si fa riferimento a quel tipo di contrattazione che va ad integrare il contratto collettivo nazionale di lavoro con ulteriori acquisizioni. Inoltre, come in molti già sapranno, quando si parla di contrattazione di secondo livello è possibile effettuare un ulteriore distinzione ovvero quella tra contrattazione aziendale e contrattazione territoriale ed entrando nello specifico delle due diverse tipologie ecco che è possibile affermare che nel primo caso, e quindi in quello relativo alla contrattazione aziendale ci si riferisce appunto alla contrattazione che avviene o tra singole imprese oppure grandi gruppi aziendali e la direzione aziendale, il sindacato interno e il sindacato territoriale e in questo caso, l’importanza della contrattazione di secondo livello sta proprio nella possibilità di poter sottoscrivere degli specifici accordi su dei particolari temi, tra questi ad esempio vi troviamo riorganizzazioni e ristrutturazioni, premi di produttività e tanto altro ancora .

Nel secondo caso e quindi quando ci si riferisce alla seconda tipologia di contrattazione precedentemente citata, ovvero quella territoriale ecco che invece si fa riferimento alla contrattazione che avviene tra le parti sociali presenti all’interno di un determinato territorio. E’ inoltre opportuno precisare che la contrattazione di secondo livello ha una validità pari a tre anni e stando a quanto emerso da alcune indiscrezioni trapelate sulla questione sembra proprio che, negli anni compresi tra il 2012 e il 2015 circa il 77% dei contratti di secondo livello fanno riferimento ad un particolare ambito ovvero quello delle crisi aziendali.

Secondo quelle che sono le ultime notizie trapelate che riguardano appunto i contratti di secondo livello è opportuno affermare che il numero di tali contrattazioni aziendali e territoriali sottoscritti con l’intento di beneficiare della detassazione al 10% dei premi di produttività sembra essere ogni giorno sempre più in crescita ed infatti, proprio intorno alla metà del mese di gennaio 2017 al Ministero del Lavoro sembrerebbero essere stati inviati, in forma telematica, ben 18.716 dichiarazioni di conformità, e di questi gran parte fanno parte di contratti che sono stati sottoscritti nell’anno 2015. Inoltre. Su 18.716 contratti solo 3.445 riguardano l’ambito territoriale mentre invece la restante gran parte e quindi 15.271 contratti riguardano l’ambito aziendale.
I contratti di lavoro sono un elemento da non sottovalutare, per questo è necessaria l’assistenza di un esperto nella
consulenza del lavoro per un supporto accurato e completo.

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *