Frutta e verdura consumi record: ecco come cambia l’alimentazione degli italiani…

Non possiamo fare altro che confermarlo: internet ha cambiato la nostra vita a 360°. Infatti, da quando abbiamo più informazioni, che ci vengono portate direttamente sui nostri computer, smartphone e altri dispositivi mobili, abbiamo cambiato anche il nostro modo di mangiare. Il 2017 si preannuncia come l’anno della frutta e verdura. Consumi record e nuovo stile di vita per molti italiani.

Saranno stati i video con gli animali maltrattati o gli articoli che ci parlano degli allevamenti maltenuti e dei medicinali che vengono date agli animali per crescere… Non si sa con certezza cosa possa aver fatto scattare questo cambiamento, ma l’importante è che stiamo mettendo la salute al primo posto, prediligendo alimenti più salutari, proprio come frutta e verdura.

frutta e verdura

Le statistiche affermano che era da tempo che non ne consumavamo così tante. Infatti, dal 2000, non ci sono stati molti progressi, fino ad arrivare al 2016, che si è rivelato anch’esso un anno all’insegna dell’alimentazione più genuina. Ma quest’annata è diversa e le vendite di frutta e verdura sono salite ulteriormente, calcolando un buon +4%: solo nel bimestre gennaio-febbraio del 2017, in Italia sono stati acquistati circa 1,3 milioni di tonnellate di alimenti “green. Nello specifico, sono state calcolate oltre 590mila tonnellate di verdura e 711mila tonnellate di frutta vendute.

In poche parole, se il 2016 è stato l’anno della frutta e verdura, il 2017 lo sarà ancora di più. Cresce la domanda di patate, pomodori, insalate, radicchio, carciofi, mele, kiwi, arance e pere. Ovviamente, la preferenza cade sul made in Italy, ma l’importante è avere una solida garanzia di qualità. Ad ogni modo, si tratta decisamente di una buona notizia e speriamo vivamente che il web ci faccia arrivare altre buone informazioni che possano costantemente incentivare la nostra salute.

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *