A Jesi apre il museo dedicato a Federico II “Stupor mundi”

Per gli amanti della storia e dell’arte ci sono buone notizie in arrivo: apre il museo dedicato a Federico II, chiamato anche “Stupor mundi” (che significa “meraviglia del mondo”). La location che lo ospita è lo splendido e storico Palazzo Ghislieri, situato a Jesi che, per l’appunto, è la città natale del protagonista della struttura museale, ovvero Federico II di Svevia.

Il progetto e la realizzazione

museo dedicato a Federico II

Inaugurato da poco, il museo dedicato allo Stupor Mundi è il primo che vede come protagonista questo personaggio del passato, dotato di un’incredibile e infinita curiosità intellettuale. Questa esposizione è stata allestita grazie alla volontà di Gennaro Pieralisi, il presidente della Fondazione Federico II Stupor Mundi.

L’imprenditore desiderava che questo grande Imperatore di un tempo, avesse a disposizione un qualcosa di unico che potesse mettere in mostra la sua vita straordinaria, raccontando quello che ha fatto in passato, sia per quanto riguarda la cultura che per la politica. In Italia e in Europa c’è tanto di questo personaggio e, pertanto, creare il primo museo in onore dello “Stupor mundi” non è stata di certo una cattiva idea.

La storia racchiusa all’interno del museo dedicato a Federico II “Stupor mundi”

L’Imperatore fu un grande politico e un coraggioso condottiero, ma fece parlare di sé anche per via della sua intelligenza praticamente rara. Studiava e scopriva, faceva teorie e anticipava i tempi grazie alla sua curiosità. Molti poeti noti lo circondarono con gioia e lui fondò la Scuola Siciliana Poetica, che si rivela una delle fondamenta della nascita di quella che ora conosciamo come la letteratura italiana. Tuttavia, Federico II era interessato persino alla matematica, alla medicina e all’astronomia, mostrandosi non solo un uomo di potere ma anche un uomo di cultura a 360°.

Grazie alla sua ricca e appassionante storia, il museo dedicato a Federico II è stato suddiviso in sedici sale che affrontano ognuna un tema relativo alla vita di questo personaggio, con dettagliate ricostruzioni tridimensionali (di oggetti, costumi e persone), scenografie, proiezioni, installazioni multimediali, olografie, ricostruzioni e molto altro. L’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, come video mapping e supporti touch-screen, ha fatto certamente la differenza, creando così un museo interessante, coinvolgente e interattivo.

La principale peculiarità della location

Dalla storia dei suoi avi alla sua nascita, dalle imprese al suo dominio fino ad arrivare alla sua morte, questo museo si rivela un viaggio unico e inaspettato, apprezzato da visitatori di tutte le età. Inoltre, è curioso sapere che questa struttura è situata in una posizione molto speciale: nella medesima piazza in cui, il giorno 26 dicembre del 1194, Costanza d’Altavilla partorì Federico II Hohenstaufen, l’uomo che sarebbe diventato il futuro Re di Germania e di Sicilia, poi Imperatore del Sacro Romano Impero e, infine, anche il protagonista di questo percorso museale. Per ulteriori info sul museo dedicato a Federico II “Stupor mundi”, potete collegarvi al sito ufficiale: www.federicosecondostupormundi.it .

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *